☻ SCHEDA MIA: GABRIELLA, LA MIA VITA, LA MIA MAIL – LINK ALLA CATEGORIA: « PAOLO, PADRE MIO ED AMICO »

 ioerudy.jpg

(io ed il mio gatto, foto del 3 novembre 2010, Rudy, il micio, compie 17 anni)

prima cosa la mia Mail:

gabriella.chatnoir@gmail.com

poi il link alla categoria: Paolo, Padre mio ed amico:

http://lapaginadisanpaolo.unblog.fr/tag/non-classe/

Mi chiamo Gabriella, sono di Roma, a Maggio compio 66 anni, ho lavorato negli uffici dello Stato italiano, ho studiato Lettere e Letteratura italiana, ma senza conseguire il titolo perché mia madre in quel periodo morì e fu molto difficile per tutti noi; dopo qualche anno mi sono iscritta ad una Università Pontificia di Roma, ho conseguito il titolo di licenza in Teologia Dogmatica, poi ho proseguito per il dottorato, ho fatto tutti gli esami e finito una prima stesura della tesi di dottorato, essa era sul tema del pensiero teologico dell’allora Cardinale Joseph Ratzinger, avevo preparato tutto con molta cura, avevo letto tutti i testi e gli scritti vari del Cardinale, alcuni anche in lingua tedesca, la commissione – trattandomi come…non lo so… e non so se ce l’avevano con me o con Joseph Ratzinger – mi dissero che dovevo fare una cosa sola, ossia tutto andava bene, più o meno da correggere, ma dovevo assolutamente trovare qualcosa per criticarlo anche non convinta, anche non vero, io rifiutai, andai via dall’Università dalla quale non sono più tornata, mandai una copia all’allora Cardinale Ratzinger senza fare il nome dei docenti;; per quelle persone io ho pregato sempre, non come si prega per i nemici, è una parola che non ho mai adoperato, ma come coloro che mi avevano fatto soffrire; gli ho mandato degli auguri di pace, gli ho mandato la pace, non mi è stata restituita, nel frattempo l’età si faceva sentire, la pressione si alza, anzi è un po’ “ballerina”, e un po’ di normali acciacchi; il mio cuore si è rivolto sempre di più al Signore ed ho continuato a seguire l’insegnamento di Joseph Ratzinger, dopo pochi mesi da quella vicenda diventato Papa Benedetto XVI, cerco di imparare da lui l’umiltà, la semplicità, la capacità di accogliere tutti, la dolcezza, la fede e di continuare a far mio il suo grande insegnamento magistrale, una sorta di sequela; non ho detto perché non si può raccontare tutto, ma almeno questo, che mi sono consacrata a Dio, nel mondo, ma nelle mani di un sacerdote quando avevo dieci anni, e la mia promessa l’ho rinnovata innumerevoli volte fino ad oggi;  quello che io desidero presentare in questo Blog è il mio cammino odierno: per primo il Signore, poi l’insegnamento di Papa Benedetto, poi quello che comprendo, quello che mi sembra buono presentare, qualcosa delle mie “buone” letture dei tempi passati e di oggi, il mio amore per San Paolo, per Sant’Agostino, per i Padri della Chiesa in generale, per coloro che sono umili, i santi “piccoli” come li chiama Benedetto in diversi suoi libri; ho imparato, sempre di più ad abbracciato la croce di cristo, ossia Gesù stesso mi ha insegnato, e l’immagine più bella è il volto di Cristo morente che va al Padre e che risorge; c’è un bel commento del Papa su questo volto di Cristo quello “brutto” della croce e quello “bello” dei Salmi che dicono: “il più bello tra i figli dell’uomo; 

spero anche che il Signore perdoni i miei peccati e mi doni la capacità di perdonare a mia volta, di comprendere e di amare;  ho nel cuore questi sentimenti che presento così poveramente, come umilmente tento di presentare San Paolo in questo Blog

9.3.2008

Gabriella

Publié dans : ||le 10 mars, 2008 |Pas de Commentaires »

Laisser un commentaire

Une Paroisse virtuelle en F... |
VIENS ECOUTE ET VOIS |
A TOI DE VOIR ... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | De Heilige Koran ... makkel...
| L'IsLaM pOuR tOuS
| islam01