SECONDA LETTURA – LETTERA DI SAN PAOLO AI FILIPPESI 2: 6-11

http://www.eglise.catholique.fr/approfondir-sa-foi/la-celebration-de-la-foi/le-dimanche-jour-du-seigneur/commentaires-de-marie-noelle-thabut/

COMMENTAIRES DE MARIE-NOËLLE THABUT, DIMANCHE 20 MARS 2016

SECONDA LETTURA – LETTERA DI SAN PAOLO AI FILIPPESI 2: 6-11

(traduzione Google dal francese)

Noi conosciamo bene questo testo: si è spesso chiamato il « Inno della Lettera ai Filippesi » perché riteniamo che non è della mano di Paolo, ma ha citato un inno di solito  cantato nella liturgia. Due punti per iniziare: prima volta, si è colpiti dal Nuovo Testamento enfasi sul tema del Servo, « spogliò se stesso, assumendo la condizione servo « . E ‘chiaro che i primi cristiani di fronte allo scandalo della croce hanno riletto molte canzoni del Servo di Isaia. Solo questi testi previsti percorsi di meditazione per rappresentano il mistero della persona di Cristo. Seconda osservazione: « Pur essendo in forma di Dio, non ritengono opportuno far valere il suo diritto di essere trattati uguale Dio. « Siamo tentati di leggere », anche se la forma di Dio …  » in realtà è il contrario. Dovrebbe essere visualizzato: « Perché era in forma di Dio, non ha ritenuto di far valere il suo diritto di essere trattati allo stesso modo con Dio.  » Peggio, sembra che una delle pecche di questo testo è la tentazione che dobbiamo leggerla in termini di ricompensa; come se il regime era Gesù si è comportato egregiamente e quindi ha ricevuto una meravigliosa ricompensa! Oserei parlare di tentazione è che qualsiasi presentazione del progetto di Dio in termini di calcolo, ricompensa, il merito, quello che io chiamo termini aritmetici è in contrasto con la « grazia » di Dio … Grazia come suggerisce il nome, è gratuito! E, curiosamente, abbiamo un momento difficile pensare in termini di istruzione gratuita; siamo sempre tentati di parlare di merito; ma se Dio voleva che noi abbiamo il merito, questo è dove potremmo essere preoccupati … La meraviglia dell’amore di Dio è che non si aspetta di incontrare noi i nostri meriti; Questo è certamente quello che gli uomini della Bibbia sono stati scoperti attraverso la rivelazione. Quindi penso che per essere fedele al testo, esso deve essere letto in termini di gratuità. E ‘responsabile di errata interpretazione se dimentichiamo che tutto è dono di Dio, « tutto è grazia », ??come ha detto Bernanos. Per Paolo, è ovvio che il dono di Dio è libero. . Una convinzione che sottende tutte le sue lettere così ovvio che non ha ribadisce Proviamo a riassumere il pensiero di Paolo: il progetto di Dio (il suo « buon piacere ») è quello di portare noi nel suo l’intimità, la sua felicità, il suo amore perfetto. Questo progetto è assolutamente gratuito, che ovviamente non è sorprendente, dal momento che questo è un progetto d’amore. Questo dono di Dio, ma questo articolo nella sua vita divina, dobbiamo solo accettare con gioia, semplicemente; non si tratta di merito, si tratta di « dono » per così dire. Con Dio, tutto è presente. Ma escludiamo noi stessi da questo dono gratuito se si adotta un atteggiamento di pretesa; se ci comportiamo in l’immagine della donna nel giardino dell’Eden: ha preso il frutto proibito, lei lo prende come un bambino « strappato » su un display … Gesù Cristo, tuttavia, era quella casa (ciò che St. Paul chiama « obbedienza »), e perché è stato solo accogliere il dono di Dio e non sostengono che è stato riempito. « Pur essendo Dio, non ha ritenuto opportuno affermando « è proprio perché è la forma di Dio, egli sostiene nulla. Lui lo sa, quello che il libero amore … lui sa che non è giusto rivendicare, non vede in forma a « rivendicare » il diritto di essere trattati allo stesso modo con Dio … ma questo è ciò che Dio vuole darci! Dare come un dono. E questo è in realtà ciò che gli è stato dato alla fine. E ‘la stessa domanda nell’episodio dei Temptations (si legge per la prima Domenica di Quaresima): divisore (che è la parola diavolo / diabolos in greco) non propone a lui che le cose che fanno parte del piano di Dio! Ma si rifiuta di prenderlo. Egli conta su Padre a dargli. Il tentatore disse: « Se tu sei il Figlio di Dio, si possono aiutare voi, il vostro padre non può rifiutare voi, si trasforma il pane in pietra quando hai fame … gettati giù per la montagna, che vi proteggerà … mi ami, io governare il mondo si … « Ma lui si aspetta tutto da solo Dio. egli riceve il nome che è al di sopra di ogni altro nome: questo è solo il nome di Dio! Di ‘Gesù è il Signore, cioè, è Dio nel Vecchio Testamento, il titolo di « Signore » è stato riservato a Dio. Genuflessione, se è per questo: « affinché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi … » Questo è un allusione a una frase del profeta Isaia: « Davanti a me ogni ginocchio si piegherà e ogni lingua sarà giurato, dice Dio » ( è 45:. 23) Gesù ha vissuto la sua vita come uomo in umiltà e fiducia, anche quando è accaduto il peggio, vale a dire, l’odio umano e la morte. Ho detto « fiducia »; Paolo, parla di « obbedienza ». « Obey », « ob-audire » in latino, letteralmente « mettere l’orecchio (audire) » prima « (ob) la parola: è l’atteggiamento di dialogo perfetto, senza ombre; questa è la fiducia assoluta; se si mette l’orecchio alla parola, è perché sappiamo che questa parola non è altro che amore, è possibile ascoltare senza paura. L’inno finisce con « ogni lingua proclami che Gesù Cristo è il Signore per la gloria di Dio Padre « : la fama, è la manifestazione, la rivelazione dell’infinito amore, l’amore personificato; vale a dire, vedendo Cristo portare l’amore di un climax, e accettare la morte per rivelare fino a che punto l’amore di Dio, possiamo dire con il centurione, « Sì, davvero, questo è il Figlio di Dio « … perché Dio è amore.

Vous pouvez répondre, ou faire un trackback depuis votre site.

Laisser un commentaire

Une Paroisse virtuelle en F... |
VIENS ECOUTE ET VOIS |
A TOI DE VOIR ... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | De Heilige Koran ... makkel...
| L'IsLaM pOuR tOuS
| islam01