Omelia (22-05-2011) [domenica] : Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me

dal sito:

http://www.lachiesa.it/calendario/omelie/pages/Detailed/22499.html

Omelia (22-05-2011)

Movimento Apostolico – rito romano

Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me

La fede che gli Apostoli hanno in Dio deve essere anche fede in Cristo Gesù, senza alcuna differenza. Cristo Gesù è nel Padre. Il Padre è in Cristo Gesù. Il Padre vive totalmente in Cristo. Cristo vive totalmente nel Padre. Non vi è separazione, allontanamento, distacco, incomprensione, distanza. Cristo e il Padre sono una cosa sola. Lo sono sul piano operativo ed anche dell’unità di natura. La differenza è solo nella Persona: Il Padre è Padre perché ha generato Cristo Gesù nell’eternità. Gesù è il Figlio Unigenito del Padre che si è fatto uomo nel seno della Vergine Maria, per opera dello Spirito Santo. Anche sul piano della volontà sono una cosa sola.
Il Padre parla e il Figlio ascolta. Il Padre vuole e il Figlio obbedisce. Il Padre comanda e il Figlio realizza ogni mistero d’amore e di verità del Padre. Per questa obbedienza perfetta, senza neanche il limite della morte cruenta sulla Croce, Gesù può dire che chi vede Lui vede il Padre. È realmente così: Cristo Gesù è la perenne teofania umana del Padre. Chi ascolta Gesù ascolta il Padre. La Parola di Gesù è Parola del Padre. Anche le opere di Gesù sono opere del Padre. Basta vedere Cristo e si è dinanzi alla presenza del Padre. Questo mistero di unità, perfettissima comunione si compie solo in Cristo Gesù. Nessun altro uomo realizza questa unità. Neanche la potrebbe realizzare, perché ogni altro uomo è semplicemente un uomo. Cristo è Dio nella sua natura e Persona. Lui è Persona divina della stessa sostanza del Padre. Non due sostanze, ma una sola. Non una sola Persona, ma due: il Padre e il Figlio che vivono in unità eterna con lo Spirito Santo, la Terza Persona della Beata ed unica Trinità.
Gesù vuole che la stessa unità, comunione, obbedienza, carità, ascolto che vi è tra Lui e il Padre vi sia anche tra i Discepoli e Lui. Lui è la voce del Padre sulla nostra terra. Loro dovranno essere la voce di Gesù. Lui è l’opera del Padre in mezzo al suo popolo. Loro dovranno essere l’opera di Gesù nel mondo intero. Lui vive di totale obbedienza al Padre suo. Anche loro devono vivere di piena e perfetta obbedienza a Gesù Signore. Questa unità e comunione sarà vera se loro con Gesù formeranno un solo corpo. Non due corpi, ma uno solo. Formeranno un solo corpo se si lasceranno trasformare da Cristo e rivestiranno la sua santità, che è obbedienza ad ogni suo volere e compimento di ogni sua Parola. Trasformandosi in Parola vivente di Gesù, loro realizzeranno quest’unità e compiranno le stesse opere di Gesù.
Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli e Santi, fateci una cosa sola con Gesù.

Publié dans : OMELIE, PREDICHE E ☻☻☻ |le 23 mai, 2011 |Pas de Commentaires »

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

Une Paroisse virtuelle en F... |
VIENS ECOUTE ET VOIS |
A TOI DE VOIR ... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | De Heilige Koran ... makkel...
| L'IsLaM pOuR tOuS
| islam01