riguardo la preghiera in San Paolo

 COME HO SCRITTO NELLA CORNICE « PREGHIERA » STO TRADUCENDO QUESTO TESTO, TRADUCO TUTTO, FRA QUALCHE GIORNO QUESTO POST LO TOLGO 

riguardo la preghiera in San Paolo sto cercando di studiare meglio tutto prima di elaborare una proposta di lettura, ho trovato, su un sito francese, una bella presentazione della « preghiera pastorale di San Paolo » vorrei tradurla, ma per non fare una scortesia ho scritto al professore, Jean Lévêque, per chiedergli il permesso, dovrebbe essere a Parigi, ma non sono sicura di avere trovato la mail giusta, se risponde, e positivamente, traduco tutto altrimenti faccio una sintesi; è interessante quello che scrive all’inizio del suo studio, traduco questo per il momento perché coglie la difficoltà di mettere insieme ed in ordine o catalogare per temi la preghiera in San Paolo, cosa che a me, infatti fa un po’ di difficoltà (se coglie la difficoltà lui figurarsi io!), il titolo è:

« La preghiera pastorale in San Paolo

http://perso.jean-leveque.mageos.com/pri.paul.htm

Riguardo i testi del Nuovo Testamento sulla preghiera, le lettere di Paolo meritano una attenzione tutta speciale, perché Paolo, il convertito, è il primo Pastore, nella Chiesa di Gesù, del quale noi abbiamo conservato le confidenze e gli insegnamenti.

È vero che le preghiere si trovano disseminate in tutte le Epistole, e questa dispersione rende malagevole il lavoro di sintesi. Inoltre tutte le lettere sono scritti di circostanza, che non riflettono che una parte delle preoccupazioni e delle speranze d’un uomo, e non si può pretendere di trovare nella corrispondenza di Paolo tutti gli aspetti e tutte le particolarità del suo insegnamento pastorale sulla preghiera. Ma per fortuna Paolo, molto spontaneo di carattere, ci offre volentieri i suoi ricordi e le sua esperienza, e i passaggi dove prega o parla della preghiera sono sufficientemente numerosi e molteplici per permette dei raggruppamenti assai convincenti.

Uno dei fatti il più impressionanti che appaiono all’evidenza di chi percorre le epistole di Paolo è che è impossibile separare, presso di lui (nei suoi scritti), la preghiera dalla vita in Gesù Cristo e l’attività missionaria (ossia la preghiera dalla vita che in Paolo è missionaria). Questa osmosi intensa della vita e della preghiera è l’oggetto della prima parte. »

qui io mi fermo e non traduco oltre, se il professore riceve la mail e mi risponde faccio come dice lui altrimenti traduco per conto mio e faccio una sintesi; come avete visto il professore mi ha risposto ed ho tradotto, c’è ancora qualche testo molto bello;

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

Une Paroisse virtuelle en F... |
VIENS ECOUTE ET VOIS |
A TOI DE VOIR ... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | De Heilige Koran ... makkel...
| L'IsLaM pOuR tOuS
| islam01